Ring of Legends, Wrestling manager online

Ring of Legends.Ring of Legends è un browser game dedicato al mondo del wrestling. L’obiettivo del giocatore è allenare il proprio wrestler fino a diventare una leggenda del mondo dei lottatori e conquistare la preziosa cintura iridata.

Ring of Legends unisce elementi classici dei browser game come la necessaria interazione sociale, con aspetti molto interessanti dei giochi di ruolo online e degli strategici a turni. Una volta registrati su ringoflegends.com è possibile creare il proprio lottatore. La prima scelta da effettuare è quella relativa al punto di forza del lottatore: forte, bilanciato, tecnico, veloce? Ogni tipologia di lottatore ha i suoi pro e i suoi contro e la scelta è molto importante per stabilire lo stile di gioco da adottare per effettuare la propria scalata al vertice. Una volta definito sesso e nome del proprio lottatore si entra immediatamente nel vivo del gioco nella schermata di gestione del personaggio. Da qui è possibile allenare il proprio wrestler, andare in palestra per comprare nuove mosse, controllare il calendario delle federazioni per scoprire i prossimi eventi, organizzare dei roster di wrestler e schierarsi per una fazione o l’altra nel carrozzone delle rivalità del mondo del wrestling.

L’interfaccia di gioco è lineare ma ben realizzata e la cura con cui è riprodotto il mondo del wrestling a assolutamente maniacale. In fase di creazione del personaggio, per esempio, è possibile addirittura dare il nome alla propria finisher move, descriverla nel dettaglio e dare un’impronta totalmente personale e unica al proprio wrestler. Il meccanismo di allenamento e sviluppo è analogo a molti altri browser game: si scelgono le caratteristiche da allenare, si paga in crediti o in medaglie e si aspetta un po’ di tempo. Al termine degli allenamenti è possibile poi scegliere delle abilità con cui perfezionare il proprio lottatore.

Il livello di personalizzazione del proprio lottatore è assolutamente profondo e la scelta delle abilità dev’essere effettuata con estrema cura, così come del resto l’acquisto delle mosse. Una volta completato il training e gestita la vita del proprio lottatore è tempo di scendere sul ring.

In Ring of Legends ci sono diverse tipologie di match che seguono le stesse regole della realtà: si va dallo show singolo al battle royal agli eventi speciali. Ogni classe di incontri è riprodotta fedelmente nelle sue dinamiche, mentre lo svolgimento del match vero e proprio lascia un po’ a desiderare. Infatti, se tutta la parte gestionale è curata davvero in maniera minuziosa, gli eventi singoli sono davvero poca cosa. Si sceglie l’avversario da sfidare, si confrontano le statistiche, si preme un tasto e si ha il risultato. Certo, leggendo il report del match si può studiare la dinamica dell’incontro per capire cos’è successo, ma il tutto è assolutamente freddo e poco coinvolgente. Le cose migliorano durante gli eventi speciali dove è possibile preparare a tavolino gli incontri, scegliere come affrontare gli avversari e quali mosse effettuare. In ogni caso, una volta sul ring il tutto è sempre molto sbrigativo.

In definitiva, la sensazione che si ha giocando a Ring of Legends è quella di giocare a uno dei qualsiasi browser game clone vestito per l’occasione da lega di Wrestling. Un peccato davvero, perché il mondo di gioco è creato con cura, entusiasmo e gli appassionati di wrestling possono davvero coronare il sogno di creare il proprio lottatore dei sogni. Eppure, saliti sul ring viene meno tutta l’atmosfera festosa del mondo del wrestling e prevale la fredda natura numerica del gioco. In ogni caso, gli sviluppatori sono costantemente al lavoro per migliorare un’esperienza di gioco che ha comunque delle basi solide. Insomma, a Ring of Legends manca solo una finisher move degna per conquistare la cintura di campione!

Prova subito Rings of Legends

Commenta!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here